INTERVISTA ESCLUSIVA AD ANGELO, INVESTIGATORE DI ANIMAL EQUALITY

Questi ambienti sono simili a quello che ci possiamo immaginare come Inferno. Posti lugubri, sporchi, pervasi da odori intensi e nauseabondi. Sangue, ferite, morti, sguardi persi di esseri viventi in pena ed urla strazianti.

Sono queste le parole che Angelo usa per descrivere il suo ultimo posto di lavoro.

Angelo è un nome inventato, che utilizzeremo per coprire l’identità di questo nostro investigatore.

Non possiamo rivelarti il suo nome ne mostrarti il suo volto perché, anche proprio in questo momento, Angelo è al lavoro all’interno di un allevamento.

Angelo è un nostro investigatore. Lavora come infiltrato all’interno di un allevamento intensivo. Si assume personalmente i tutti rischi del mestiere per produrre i video e le fotografie che raccontano gli orrori nascosti degli allevamenti intesivi.

Se riusciamo a mostrare tramite TG, giornali ed internet quello che l’industria della carne tenta di nascondere ogni giorno lo dobbiamo a tutte le persone come lui.

Ci vuole molto coraggio per farsi assumere a lavorare in questi luoghi.

E ci vuole anche tanto sangue freddo.

Una frase sbagliata, un’azione di troppo e la copertura crolla.

Ed in quel momento, sei da solo.

investigatore infiltrato

La battaglia che sta combattendo Angelo, è la stessa che stai combattendo anche tu: si tratta della battaglia per un mondo migliore, per un mondo più equo e giusto per tutti.

L’unica differenza è che Angelo ha scelto di combatterla in prima linea, e questa decisione ha influenzato pesantemente la sua vita.

Vive lontano dalla sua ragazza e dalla sua famiglia, immerso ogni giorno in quella crudeltà che tutti noi vorremmo cancellare, armato di qualche telecamera nascosta e tanta determinazione.

È disposto a farlo perché sa che il risultato del suo lavoro, le foto ed i video che documentano quei luoghi da dentro, sono importantissimi per cambiare il mondo.

Ogni frammento di informazione può essere utile.

Ogni piccola crepa che si riesce ad aprire nel muro di omertà che avvolge allevamenti intensivi e macelli è un passo verso un mondo in cui gli animali non siano più sfruttati come macchine per la produzione di cibo, ma siano protetti e rispettati.

Questo Angelo lo sa bene.

E siamo certi che lo sai anche tu.

Mostrare la verità è il primo passo fondamentale per risolvere il problema, ma senza di te tutto questo non sarà possibile in futuro.

Angelo, negli allevamenti, è da solo.

Fuori da quelle mura però, c’è una comunità di persone che si batte ogni giorno per un mondo più compassionevole e più giusto.

Unisciti a loro, diventa oggi sostenitore di Animal Equality. Senza di te il cammino verso il mondo che sognamo è lungo ed in salita.

Per favore, rimani al fianco di chi rischia tutto ogni giorno.

COMBATTI AL NOSTRO FIANCO!

Il nostro team investigativo è composto da professionisti capaci di realizzare inchieste ad alto impatto, riprese ogni volta dai maggiori media internazionali.

I nostri investigatori sono all’opera anche in questo momento, non lasciarli da soli là fuori!

AGISCI ORA!
Non voltare le spalle agli animali rinchiusi negli allevamenti intensivi!

IMMAGINI CHE TI CAMBIANO PER SEMPRE

SUI MAGGIORI MEDIA, IN ITALIA E NEL MONDO

Le nostre inchieste sono state rilanciate dai maggiori media nazionali, dalla RAI a LA7, passando per Il Corriere della Sera a La Repubblica. L’impegno del nostro team di comunicazione ci ha permesso di raggiungere, solo nel nostro paese e solo nel 2017, oltre 100 milioni di visualizzazioni tra media online, tv, radio e quotidiani cartacei.

A livello mondiale invece  i nostri contenuti sono stati visualizzati oltre un miliardo e mezzo di volte, attraverso testate di prestigio come New York Times, BBC, Times o El Pais.

LA TUA DONAZIONE È SICURA

miglior no profit per gli animali donazione sicura

Grazie alla massima trasparenza con cui opera, Animal Equality è stata inserita nel portale online ‘Io Dono Sicuro”, primo database in Italia composto solo da organizzazioni non profit verificate e garantite dall’Istituto Italiano della Donazione.