BILANCIO SOCIALE 2017

Cari amici e care amiche,

Animal Equality Italia ha una storia molto breve, iniziata nel 2012. Da allora sono cambiate tante cose…

Siamo partiti come una piccola organizzazione portata avanti da volontari, per poi diventare una delle maggiori protagoniste nel campo della protezione animale in Italia e a livello internazionale.

Ci sarebbe veramente tanto da dire in merito a tutto quello che abbiamo portato avanti negli ultimi 6 anni e le difficoltà incontrate in questo percorso, ma mi limiterò a farvi a qualche esempio di come il lavoro di Animal Equality è cambiato in questi ultimi 3 anni.

Da un piccolo gruppo di dedicati volontari con base a Roma, a partire dal 2017 abbiamo sviluppato una rete di volontariato che traesse vantaggio e forza dalle risorse della rete online, mettendo quindi in azione ogni giorno oltre 10,000 persone per la difesa degli animali in tutta Italia, i nostri fantastici Difensori degli Animali.

Vista la mancanza di risorse sia economiche sia di forza lavoro – nel nostro ufficio a Milano infatti lavorano 7 persone impiegate a tempo pieno – abbiamo deciso di concentrarci in un ambito nel quale vi è più bisogno di lavoro e allo stesso tempo dove istituzioni e opinione pubblica hanno sempre dimostrato poca attenzione: lo sfruttamento e le sofferenze degli animali allevati a scopo alimentare.

Abbiamo deciso di continuare a portare avanti il nostro pionieristico lavoro investigativo informando i consumatori e le istituzioni su ciò che avviene all’interno di allevamenti e macelli, ma allo stesso tempo cercando di coinvolgere chi crea la richiesta, ovvero la grande la grande distribuzione organizzata, le catene di ristoranti e produttori di alimenti di origine animale, con il primo obiettivo di dismettere l’approvvigionamento da produttori che si riforniscono di uova di galline allevate in gabbia.

Con questo lavoro, solo nel 2017, abbiamo risparmiato un triste destino di confinamento all’interno di una gabbia a milioni di animali, influenzando il mercato a livello nazionale e internazionale.

Animal Equality non smette mai di fare autocritica riguardo i progetti che porta avanti, con l’obiettivo di mantenere sempre alte le aspettative del costo-efficacia delle proprie iniziative. 

Abbiamo deciso di privilegiare iniziative mirate al cambiamento istituzionale, alle aziende che producono e distribuiscono generi alimentari e all’impatto mediatico del nostro lavoro investigativo. Iniziative che creano maggior impatto positivo per gli animali, sia per quanto riguardo la riduzione della loro sofferenza sia dal punto di vista numerico degli animali allevati a scopo alimentare, sfruttando la potenza del web per esporre la sofferenza degli animali a milioni di persone, ma utilizzando sempre budget ridotti. 

Per esempio, un solo CdA di un’azienda può decidere della sorte di milioni di animali allevati, ed è per questo che abbiamo deciso di investire tanto in questa attività di sensibilizzazione. Vogliamo raggiungere il miglior risultato possibile per gli animali.

Siamo spinti e motivati a generare il maggior impatto possibile per gli animali ed è per questo che per il quarto anno consecutivo siamo stati valutati come una delle organizzazioni per la protezione animale più efficace a livello globale.

Secondo l’ente (Animal Charity Evaluators) che ci ha valutati:

“Animal Equality ottiene grandi risultati investendo poche risorse economiche, in particolare realizza indagini sotto copertura ad un costo inferiore rispetto ad altre organizzazioni.

Monitora costantemente i propri successi e fallimenti e definisce in maniera continuativa nuovi obiettivi per incrementare le proprie performance ed aumentare il proprio impatto.”

Come vi dicevo, sono cambiate tante cose e soprattutto sono felice di poter contare su tutte le persone che in questi ultimi anni non hanno mai dubitato del nostro lavoro e hanno creduto nel nostro potenziale.

Vi lascio alla visione del nostro primo bilancio sociale ufficiale.

Grazie per stare al nostro fianco,

Matteo Cupi

matteo cupi direttore esecutivo animal equality italia

MISSIONE

Crediamo in un mondo in cui tutti gli animali siano trattati con rispetto e compassione.

Crediamo nella costruzione di una società che protegga gli animali e non tolleri più la violenza a cui sono ora sottoposti.

VISIONE

Animal Equality è un’organizzazione internazionale per la protezione degli animali sfruttati dall’industria alimentare.

Attraverso campagne educative, investigazioni sotto copertura, azioni legali e di sensibilizzazione aziendale, ci impegniamo a proteggere più animali possibile dalle inutili sofferenze a cui sono costretti.

VALORI

Crediamo nella compassione, nel rispetto e nella solidarietà, valori che dovrebbero essere trasmessi e messi in pratica dalla società. Attraverso progetti innovativi e campagne, vogliamo svelare e porre fine alle crudeli pratiche dell’allevamento.

IL NOSTRO FOCUS

Oltre 70 miliardi di animali allevati a scopo alimentare vengono uccisi ogni anno dall’essere umano – un numero impressionante che non include i pesci e le altre creature marine, il loro numero è talmente grande che non vengono contati bensì misurati in tonnellate.

La vita di un animale è altrettanto importante e insostituibile, come lo è anche per noi d’altronde. Tuttavia, la maggior parte delle persone è pre-condizionata a vedere mucche, maiali, polli, pecore e pesci come esseri inferiori la cui unica ragione di esistere è fornirci prodotti come uova, carne e latte.

Gli animali all’interno degli allevamenti intensivi sono una popolazione in rapido aumento. Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), il 72% della produzione di pollame, il 43% della produzione di uova e il 55% della produzione di carne suina in tutto il mondo provengono da sistemi industrializzati. Non solo quindi gli animali e l’ambiente sono colpiti dagli allevamenti intensivi ma anche la salute delle persone. Diete ad alto contenuto di grasso animale e carne, in particolare carne rossa e carni lavorate, sono state collegate all’obesità, diabete, malattie cardiovascolari e alcune tipologie di cancro.

L’industria zootecnica non riesce a nutrire tutto il mondo. Il sistema richiede più cibo di quello che produce, ed è tanto crudele e inutile quanto insostenibile.

La soluzione è porre fine agli allevamenti intensivi e per farlo lavoriamo instancabilmente per informare il pubblico, i decisori politici e le aziende che producono e distribuiscono generi alimentari.

LE NOSTRE PRIORITÀ

La priorità di questi anni di Animal Equality è proteggere quegli animali che soffrono e muoiono nel numero più alto: pesci, polli e galline.

Ci concentriamo su questi animali per avere il maggior impatto positivo possibile, senza distogliere però l’attenzione dalla sofferenza di conigli, maiali, mucche, vitelli e altri animali allevati a scopo alimentare.

LE NOSTRE ATTIVITÀ PRINCIPALI

Animal Equality è l’organizzazione leader nel mondo ed in Italia per quanto riguarda le inchieste realizzate all’interno dell’industria che sfrutta gli animali.

Nonostante i nostri investigatori siano fra i più specializzati ed i meglio formati al mondo, il nostro team si è espanso negli anni: diversi professionisti oggi lavorano in tre settori strategici per il cambiamento quali la sensibilizzazione aziendale, quella istituzionale e quella di massa.

Corporate Outreach

Dialoghiamo con le aziende del settore alimentare per convincerle ad adottare politiche maggiormente a favore degli animali.

Lavoro Istituzionale

Siamo costantemente presenti all’interno delle istituzioni italiane ed europee affinchè approvino norme e leggi più stringenti in difesa degli animali.

Sensibilizzazione pubblica

Il nostro lavoro di sensibilizzazione dell’opinione pubblica è costantemente in crescita, così come la nostra presenza online e sulle maggiori testate e TG nazionali ed internazionali. 

LE INCHIESTE DEL 2017

La squadra degli investigatori di Animal Equality è stata sul campo giorno e notte, producendo 3 scioccanti nuove inchieste che hanno attirato l’attenzione dei media nazionali, dei TG, di quelli internazionali e delle istituzioni.

IL VERO PREZZO DELLE UOVA

In esclusiva con il TG1, a febbraio abbiamo portato alla luce le terribili condizioni di vita nelle quali vive più della metà delle galline nel nostro paese. Rinchiuse in capannoni senza luce, esse non possono esprimere nessun comportamento naturale come covare, costruire un nido, razzolare o appollaiarsi. Le immagini ottenute dagli investigatori rivelano uno scenario desolante: le galline vivono in spazi così ridotti da non riuscire a muoversi o a spiegare completamente le ali.

Le uova destinate al consumo umano sono infestate di larve ed insetti. Le galline vivono in condizioni igieniche spaventose e condividono le gabbie con carcasse di roditori in putrefazione. Prima di rilasciare a livello mediatico questa inchiesta abbiamo informato il ministero della salute, il quale ha inviato i NAS ad effettuare controlli all’interno dell’allevamento.

100% POLLO ITALIANO

Per soddisfare la crescente domanda di carni bianche a basso costo, negli ultimi anni i polli sono stati sottoposti a un’intensa selezione genetica affinché raggiungano il peso di macellazione a sole 6 settimane di vita. In questo gigantesco sistema intensivo, la vita di un animale vale poco più di un centesimo.

Proprio per questo Animal Equality ha deciso di esporre la sofferenza dei polli di allevamento con un’inchiesta senza precedenti raggiungendo ancora una volta milioni di persone attraverso il TG1 e i maggiori media nazionali.

IL MACELLO DEGLI AGNELLI

A dicembre Animal Equality rende pubblici alcuni scioccanti filmati ottenuti all’interno di uno dei 200 macelli italiani in cui è concessa la macellazione senza stordimento, esponendo la crudeltà di una pratica che ogni anno viene riservata a centinaia di migliaia di animali. Gli operatori sono colti a infrangere qualunque norma minima per la protezione degli animali, sottoponendo di proposito agnelli, pecore e capre ad atroci torture sia fisiche sia psicologiche.

Questi filmati sono stati oggetto di due interrogazioni parlamentari in Italia e molta attenzione da parte dei media nel nostro paese. Da questi filmati è inoltre partita la nostra campagna a livello istituzionale che esige maggiori controlli all’interno degli impianti di macellazione, l’installazione di telecamere a circuito chiuso e sanzioni penali a chi maltratta o non stordisce propriamente gli animali prima della macellazione.

la sensibilizzazione aziendale

In Italia sono allevate circa 42 milioni di galline ovaiole, la maggior parte delle quali vivono confinate in gabbia. Immagina condizioni di sovraffollamento così gravi da non poter nemmeno allargare le braccia…

Ecco, queste sono solo alcune delle condizioni terribili in cui sono costrette le galline ovaiole allevate in gabbia: un anno e mezzo di vita passata in totale privazione dei loro bisogni.

Per questo abbiamo deciso di cominciare ad occuparci di loro, la loro situazione richiede un intervento immediato.

Da poco più di due anni, i nostri professionisti lavorano con le aziende del settore alimentare per costruire insieme un mondo migliore per gli animali.

Tutti noi abbiamo a cuore gli animali, e ci auguriamo quindi che sempre più persone decidano di lasciarli fuori dal proprio piatto. Ma è proprio per il bene degli animali che dobbiamo essere pragmatici e realisti: un mondo più compassionevole è possibile, ma non è dietro l’angolo.

Mentre si diffonde sempre più una dieta a base vegetale, milioni di animali purtroppo nel breve termine rimangono ancora rinchiusi negli allevamenti intensivi.

Siamo orgogliosi di dirti che – grazie al lavoro del Dipartimento di Sensibilizzazione Aziendale di Animal Equality – a 3 milioni di galline verrà risparmiata una vita di sofferenze in gabbia.

I DIFENSORI DEGLI ANIMALI

I Difensori degli Animali sono un gruppo di “attivisti digitali” ossia un gruppo di persone che punta a raggiungere risultati importanti per la vita degli animali rinchiusi negli allevamenti utilizzando delle piccole e facili azioni online giornaliere.

Con questo programma abbiamo sfruttato i vantaggi del web per dare vita ad un volontariato semplice, dinamico e di grande impatto. Abbiamo creato una squadra di volontari che agisce ogni giorno direttamente da casa, compiendo azioni molto semplici ma che sono in grado di migliorare le condizioni di vita di centinaia di migliaia di animali.

il gruppo di attivisti digitali di Animal Equality "I Difensori degli Animali"

In poco più di un anno abbiamo dato vita ad una squadra di volontari composta da migliaia di persone in tutta Italia, ci siamo battuti per convincere le grandi aziende del settore alimentare a fare la loro parte per aiutare gli animali e in questo modo siamo riusciti a liberare quasi tre milioni di galline ovaiole dalla costrizione delle gabbie.

I difensori degli animali nel solo 2017:

+10.000

INIZIATIVE ISTITUZIONALI

Le investigazioni di Animal Equality all’interno dei macelli sono state discusse per ben due volte al Parlamento italiano al fine di raggiungere l’obiettivo di incrementare i controlli all’interno degli stabilimenti dove gli animali vengono macellati.

Le nostre inchieste all’interno degli allevamenti di conigli sono state fondamentali per raggiungere i 410 voti a favore (205 contrari e 59 astensioni) per introdurre misure volte a migliorare le condizioni dei conigli d’allevamento in tutta Europa.

Questo risultato storico allevierà notevolmente la sofferenza a cui sono sottoposti 340 milioni di conigli ogni anno negli allevamenti europei, spianando così la strada per l’abolizione delle gabbie per questa specie.

L’ALLEANZA INTERNAZIONALE CONTRO LE GABBIE

Nel 2017 Animal Equality è parte attiva del network internazionale chiamato ‘Open Willing Alliance’, una coalizione internazionale composta da più di 50 organizzazioni per la protezione animale in tutto il mondo che condividono strategie, tattiche e risorse con il fine ultimo di eliminare completamente l’utilizzo delle gabbie per le galline allevate per la produzione di uova.

Fino ad ora questa coalizione ha raggiunto importantissimi risultati per gli animali risparmiando milioni di galline da un destino all’interno di una gabbia, convincendo decine aziende ad abbandonare l’utilizzo di questa pratica crudele.

dentro gli allevamenti intensivi con ianimal

iAnimal è il primo progetto di realtà virtuale che porta lo spettatore all’interno di allevamenti intensivi e macelli, facendo sperimentare a 360° la vita degli animali allevati a scopo alimentare allo spettatore.

Il 2017 è stato un anno intenso, solo nel nostro paese oltre 1400 persone si sono prestate a questa esperienza, vivendo sulla propria pelle gli orrori di un allevamento intensivo e di un macello proprio grazie a questa tecnologia.

Inoltre, per la prima volta nella storia, a settembre dello scorso anno siamo riusciti ad inaugurare una mostra al Parlamento europeo con le foto scattate dai nostri investigatori all’interno di allevamenti e macelli ed a far provare iAnimal agli europarlamentari intervenuti.

SALVA UN AGNELLO

Anche nel 2017 Animal Equality Italia ha dato il via alla campagna #SalvaunAgnello che, come di consueto, invita a non consumare carne di agnello e di altri cuccioli in occasione della Pasqua, suggerendo allo stesso tempo di considerare un tipo di alimentazione senza crudeltà anche per il resto dell’anno. 

Testimonial d’eccezione – ed eccezionale – per il video ufficiale della campagna 2017 è l’attore Tullio Solenghi, che negli ultimi anni è impegnato personalmente a sostenere iniziative volte a diffondere abitudini di vita più compassionevoli.

La prima campagna di sensibilizzazione di Animal Equality su questo tema è partita nel 2013, ma siamo arrivati al quinto anno consecutivo di iniziative volte a contrastare la terribile uccisione di agnelli e capretti che caratterizza purtroppo i consumi in occasione della festività della Pasqua.

LA MARATONA DI SOLIDARIETÀ

52 runner si sono messi in gioco fra staffette e maratone in sostegno alle attività di Animal Equality durante la Maratona di Milano, e hanno dato vita all’iniziativa di sensibilizzazione e raccolta fondi per denunciare la sofferenza degli animali allevati a scopo alimentare, chiamata #RunForAnimals.

Insieme, con la ‘scusa’ di una giornata di sport e di festa, abbiamo raccolto parte dei fondi necessari per una lotta concreta alla crudele pratica delle gabbie d’allevamento.

L’iniziativa ha trovato il sostegno diretto dell’ex video conduttrice di MTV ed ora conduttrice radiofonica, Kris Reichert, di Massimo Brunaccioni, personal trainer, preparatore atletico, bodybuilder professionista e Vegan coach e di Marco Morini, fondatore di TeamWorld e importante sostenitore della nostra organizzazione.

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI

Il 10 dicembre del 1948 l’Assemblea delle Nazioni Unite redige la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, e in essa viene dichiarato che il rispetto e la dignità per ogni essere umano devono essere le basi fondamentali per la libertà, la giustizia e la pace nel mondo.

Alcuni anni dopo, persone, gruppi ed organizzazioni hanno iniziato a chiedere che tutto questo fosse esteso anche agli animali, e per questo il 10 dicembre è diventata la Giornata Internazionale per i Diritti Animali, un momento storico ed un’opportunità importante per ricordare alla società che la libertà, la giustizia ed il rispetto sono valori fondamentali per ogni singolo individuo, a prescindere dalla razza, il genere, la posizione sociale o la specie.

Dal 2008, Animal Equality celebra la Giornata Internazionale per i Diritti Animali, in prossimità del 10 dicembre, con una manifestazione profondamente sentita che vuole commemorare ogni vittima animale dimenticata.

LA PRESENZA SUI MEDIA

La presenza sui media per Animal Equality è stata fondamentale per sensibilizzare il pubblico sulla sofferenza degli animali negli allevamenti e nei macelli. 

Notizie e storie generate tra radio, giornali e TV:

253

Copertura mediatica:

+80.000.000

Sui maggiori media italiani:

Anche i social media hanno svolto un ruolo importante per la nostra organizzazione che si posiziona tra le prime in Italia per quanto riguarda la protezione degli animali in quanto a presenza e diffusione.

il nostro 2017 in numeri

le persone impegnate a tempo pieno in
Animal Equality Italia:

7

Le ore impiegate dai nostri volontari:

463

L’equivalente delle ore di volontariato in Euro:

+5400

Come allochiamo le nostre risorse:

La nostra crescita dal 2012 al 2017:

Il 5 x 1000 ad Animal Equality Italia:

come puoi aiutarci

Aiutarci a fare la differenza per gli animali allevati a scopo alimentare è semplice!

Ecco tutte le modalità con cui pui stare al nostro fianco ogni giorno (se vuoi donare online, trovi il modulo poco più sotto)

Bonifico bancario sul conto intestato ad Animal Equality Italia, Banco BPM con

IBAN: IT80 K050 3401 6250 0000 0003 906

BIC: BCITITMX (Da aggiungere all’IBAN esclusivamente per donazioni dall’estero)

 

Bollettino postale intestato ad Animal Equality Italia, Conto Corrente n° 1028587499

 

• Versamento tramite Poste Pay a 4176 3106 8362 4574


• Per sostenerci con il tuo 5xMille puoi farlo utilizzando il nostro CF 97681660581


• Aiutare gli animali attraverso un lascito può fare la differenza per gli animali, chiedici maggiori informazioni scrivendoci su [email protected]

NON LASCIARCI SOLI!

Senza il tuo aiuto, il nostro lavoro non potrà continuare.

I nostri professionisti possono ottenere importanti risultati per gli animali che soffrono negli allevamenti italiani, ma i risultati del prossimo anno dipendono anche da te:

LA TUA DONAZIONE È SICURA E CERTIFICATA

miglior no profit per gli animali donazione sicura

Grazie alla massima trasparenza con cui opera, Animal Equality è stata inserita nel portale online ‘Io Dono Sicuro”, primo database in Italia composto solo da organizzazioni non profit verificate e garantite dall’Istituto Italiano della Donazione.